• +39 379 227 2671
  • Tutti i giorni dalle 9:00 alle 21:00

Birra alla canapa: che cos'è realmente?


La birra alla canapa rientra nella categoria delle birre aromatizzate, anche note come spiced beer, ovvero quelle birre che assumono un aroma particolare in virtù di ingredienti (in genere spezie ed erbe, ma anche frutti e fiori), "insoliti".
Viene realizzata a base di CBD (il metabolita della cannabis privo di effetti psicoattivi) e di conseguenza questa aggiunta non ha alcun effetto sull'organismo. Di certo, però, si tratta di un ingrediente che le regala un sapore riconoscibile, che la contraddistingue e la differenzia da quello tradizionale.
Se vi sentirete un po' storditi, quindi, bevendo birra alla canapa, capirete che avete esagerato con la quantità e dovrete imputare tutto all'alcol. Ma alla canapa di certo non potete dare alcuna colpa!

Che gusto ha la birra alla canapa?

Se lo chiedono in molti, perché la birra alla canapa è ancora relativamente poco conosciuta e spesso sorge il dubbio se sia piacevole o men o al palato.
Ragionevolissimi dubbi.
In generale la sua bontà deriva come sempre dalla capacità del mastro birraio nel realizzarla, più che dall'ingrediente aromatizzante in sé e per sé. Quindi dovrete necessariamente dare più possibilità a questo prodotto per valutare se fa per voi o no.

Tuttavia, in linea di massima, l'aroma della birra alla canapa è davvero piacevole.
Il sapore è delicato e allo stesso tempo avvolgente, morbido, con un sentore erbaceo accattivante.
La birra alla canapa può essere realizzata come birra chiara, bianca, ambrata, quindi anche queste varianti avranno grande impatto sul gusto. Potrebbe piacervi in una certa versione e meno in altre, quindi l'unico modo per scoprirla, è provarla!

Come si fa la birra alla canapa

In Italia, la birra alla canapa viene realizzata con la canapa sativa, o canapa indiana, utilizzata soprattutto nel settore tessile e per la produzione di carta.
Il processo di produzione della birra resta invariato, infatti la canapa viene solo aggiunta per aromatizzare la birra.
La base di tutto resta la fermentazione del malto e del lievito; le infiorescenze di canapa (a volte sotto forma di olio concentrato) si aggiungono proprio durante la fermentazione, insieme eventualmente agli altri aromi scelti per caratterizzare la birra e al luppolo (in aggiunta o in alternativa).

La canapa, per altro, rientra nella famiglia delle Cannabaceae, le piante che ospitano anche tutte le varietà dei luppoli, quindi non è affatto una forzatura, quella di utilizzarla nella produzione della birra.

Per chi decidesse di produrre la birra alla canapa in caso, diamo solo un suggerimento: attenzione alla pulizia delle infiorescenze, È indispensabile eliminare ogni impurità prima di utilizzarle. Ne va della riuscita dell'impresa!

Proprietà ed effetti della birra alla canapa

Come si diceva prima, la birra alla canapa non ha alcuna influenza sull'organismo particolare o differente da quelle delle altre birre.
In Italia il THC è ad oggi illegale e quindi non può essere usata canapa che lo contiene per produrre la birra.
Anche nei Paesi dove invece è legale, comunque, in genere resta illegale se associato a bevande alcoliche.
Il motivo è che le due sostanze amplificano i propri effetti se assunte congiuntamente, causando uno stordimento importante.

Per la produzione di birra alla canapa, come abbiamo già detto, viene utilizzato il CBD, che ha come unico effetto quello di poter rilassare l'organismo.
Inoltre sia il luppolo che la canapa hanno importanti proprietà antibatteriche e favoriscono l’azione dei lieviti.

Se siete appassionati e sempre alla ricerca di nuovi sapori e birre particolari, non perdete l'occasione di assaporare anche questa variante aromatica e piacevolissima. Tra le tante offerte sul mercato, noi abbiamo selezionato la migliore secondo il nostro modesto parere e ve la proponiamo qui.
Cheers!

Birrificio Antikorpo - I Luv I Jah

Una birra dal grado alcolico basso, dal gusto fresco e profumato.
Si abbina perfettamente a primi piatti e piatti tipici estivi, come la bruschetta al pomodoro e basilico, la pizza margherita, la focaccia con olio e rosmarino.
Provare per credere!

LASCIA UN COMMENTO

I commenti devono essere approvati prima di essere mostrati


TORNA IN CIMA